Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

E il settore dei PC continua a cambiare…

Come dicevo qualche giorno fa, il settore dei PC sta cambiando profondamente. E continua a cambiare.

Penso in molti abbiano visto la notizia di Acer che acquisisce Gateway.

Taiwan’s Acer Inc will buy Gateway Inc for 0 million to double its U.S. presence and unseat China’s Lenovo as the world’s No. 3 PC maker, while dealing a blow to its efforts to grow in Europe.    

Acer, che è molto forte in Asia ed Europa, comprando l’americana Gateway diventa il n° 3 al mondo. Il settore si concentra. La mossa non è isolata:

Gateway said on Monday it would exercise its right to take a first attempt at buying the parent of Paris-based PC maker Packard Bell BV. The move is a setback for Lenovo, which had also been courting Packard Bell to expand its relatively weak presence in the European consumer.

Acer si ritrova in pancia a Gateway l’opzione a comprare Packard Bell, che è molto forte in Europa e ha una forte presenza nella grande distribuzione. Una mossa per crescere ancora di più in termini di quota di mercato. Lenovo è ridiventata il quarto produttore al mondo e non sarà facile riguadagnare posizioni.

Ha senso questo processo di concentrazione?

Si, il settore sta segmentandosi sempre di più. A fronte di un segmento più innovativo e con discreti margini, occupato da Apple, dall’offerta entertainment e dagli ultraportable di alcuni (HP, Sony, Acer in parte, etc.) c’è un enorme mercato sempre più maturo e sempre più a bassi margini.

Data la concentrazione nei mercati di fornitura (sistemi operativi, hard disk, memorie, processori, mother board, schede video, etc.), il settore è molto sensibile alle economie di scala. Quindi, fare massa vuole dire avere forza negoziale e prezzi migliori.

In generale, alla soglia del miliardesimo PC venduto (con Windows), il prodotto è sempre più banale, nonostante gli sforzi. Si capisce la pressione a differenziare le fonti di approvvigionamento per recuperare reddititivtà (preinstallare Linux va in questa direzione, a mio avviso).

Si capiscono anche le tentazioni di differenziarsi. La mossa di Lenovo di puntare ad acquistare Seagate, anche se ormai smentita, sarebbe andata in questa direzione.

Si può quindi facilmente prevedere che avremo altre novità a breve. Nel frattempo, felicitazioni per Acer, che anche se non è italiana, ha comunque al vertice un pezzo d’Italia, il suo presidente Gianfranco Lanci!!!