Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Cambiamenti in vista nell’industria dei PC?

Bell’articolo di Gianni Rusconi sul Sole a proposito dell’industria dei PC. La novità è che si allarga il supporto a Linux:

Regno Unito, Francia, Germania e Cina: sono i quattro Paesi in cui la Dell inizierà prossimamente a vendere i propri personal computer equipaggiati con sistema operativo Linux, destinandoli al mercato consumer.

…[Lenovo] saltando sul carro open source, ha anticipato che a sfruttare una versione di Linux (Suse) fornita dalla Novell saranno alcune famiglie di portatili destinate al mass market (a marchio proprio) e anche alcuni notebook ThinkPad di fascia alta. Istruzione, pubblica amministrazione e mercati emergenti saranno i bacini di utenza ai quali saranno indirizzati questi computer

Dell comincia a vendere Linux/Ubuntu sul mercato consumer (nel mercato business li vendeva già da un po’). Lenovo vende Linux/Suse indirizzato al segmento "povero" del mercato business.

Grandi cambiamenti! Il mercato dei PC è iuna sorta di foresta pietrificata dove la competizione è forte ma i cambiamenti sono pochi…uno strano paradosso. Ma Linux che avanza non è l’unica novità…

Come riporta Fortune, Apple a fine giugno ha sorprendentemente abbattutto la barriera del 5% di quota di mercato che non riusciva mai a superare. In un anno ha venduto il 20-25% di unità in più. Per i numeri tradizionalmente asfittici dell’industria dei PC è un enorme cambiamento. Adesso Apple è al 3° posto tra i produttori. Ma la cosa ancora più sorprendente è che la sua quota di mercato schizza al 15% se si considerano soltanto le vendite in negozio e online.

Linux è all’incirca al 4% e sta guadagnando terreno soprattutto nel mercato business. Apple sta acquistando velocità di penetrazione e presa sul mercato retail dei PC (i computer sono la sua maggiore fonte di ricavi anche se l’iPhone è la maggiore fonte di notorietà in questo periodo).

Ora Dell vuole spingere Linux sul mercato consumer mentre Apple sta cominciando ad essere interessante nel segmento corporate (tradizionalmente per lei più difficile) come riportava DowJones qualche giorno fa.

La foresta pietrificata ha comincisato a camminare?